Nordkapp15

> Torna alla home di Nordkapp15
> Il viaggio, la strada e le tappe
> Il camper
> Documentazione e link
> Area download
- Il clima nel Finnmark


Il clima nel Finnmark
In questa pagina si riporta una breve analisi di dati climatici osservati nel Finnmark, al fine di fornire un piccolo contributo alla conoscenza del clima di questa regione e quindi anche di Capo Nord. Le informazioni presenti possono/potranno essere utilizzate per pianificare un viaggio in questi luoghi oppure come spunto per ulteriori approfondimenti alla materia, utilizzando i riferimenti bibliografici ed i collegamenti ipertestuali inseriti.

I dati
Per tracciare sinteticamente quelle che sono le condizioni climatiche del nord della Norvegia, sono stati utilizzati i dati climatici acquisiti dalla stazione meteorologica ubicata nel comune di Alta, nella contea del Finnmark, contea all'estremo nord del paese scandinavo e nella quale l'isola di Mageroya occupa la porzione più settentrionale. All'estremo nord di quest'isola c'è Capo Nord. La stazione meteorologica di Alta è localizzata circa 160 km a sud di Nordkapp e quindi può essere considerata rappresentativa del clima presente a Capo Nord, anche in virtù delle uniformi caratteristiche geografiche, fisiografiche e morfologiche dell'area che separa i due luoghi.
La stazione meteorologica di Alta possiede una lunga serie di dati di temperatura e di precipitazioni (1964-2014), tutti messi a disposizione gratuitamente ed on line dal Norvegian Meteorological Institute. Il servizio di accesso free on line ai dati è veramente pratico e funzionale: dopo la registrazione delle credenziali sul sito eKlima, è possibile con estrema facilità individuare la stazione utile ed i parametri da scaricare, i dati sono disponibili dopo pochi secondi nei formati più comuni (html, excel, txt). Le principali caratteristiche della stazione di Alta, ubicata nei pressi dell'aeroporto sono le seguenti:

Country:

Norway

County:

Finnmark

Region:

Nord-Norge

Municipality:

Alta

Time zone (CET):

UTC+1

Time zone (CEST):

UTC+2

Station name:

Alta Lufthavn

Code (WMO code):

93140 (1049)

Elevation (m a.s.l.):

3

Latitude (N):

69.9775

Longitude (E):

23.3582

Station type:

1963-2011, manual weather station

Station type:

2001-> Automatic Weather Station

Observation period:

1964-2014 (monthly); 1964-2013 (daily)

Parameters:

Tmean, Tmax, Tmin, P

Aggregation:

Monthly and daily


Le serie di dati mensili acquisite sono state le seguenti:
1. Tmean: temperatura media
2. Tmax: temperatura massima
3. Tmin: temperatura minima
4. P: precipitazioni totali
5. dP: numero di giorni piovosi totali

Le serie di dati giornaliere acquisite sono state le seguenti:
1. dTmean: temperatura media
2. dTmax: temperatura massima
3. dTmin: temperatura minima
4. dP: precipitazioni totali
5. dPt: tipo di precipitazione: pioggia (R) o neve (S)

Qualità delle serie acquisite e trend
Le serie acquisite, pur essendo già validate dal Norvegian Meteorological Institute, sono state sottoposte ad un ulteriore controllo di qualità (QC), al fine di evidenziare la presenza di eventuali dati errati o mancanti, outliers, derive strumentali o brusche variazioni dovute a sostituzioni o a spostamenti della sensoristica. Per tali esigenze si è fatto riferimento ai principali metodi adottati dalla comunità scientifica internazionale (WMO, 2011). I test applicati hanno dato modo di controllare le serie giornaliere e mensili: per alcune di queste sono presenti dei brevi periodi in cui non vi sono dati; non sono state riscontrate tendenze dovute a derive strumentali; la presenza di due tipologie di stazioni (manuale ed automatica) non ha influenzato la lunga serie storica dei dati; non sono presenti salti evidenti negli andamenti dei singoli parametri termometrici. In base ai dati disponibili ed ai test effettuati è quindi possibile considerare di ottima qualità le serie acquisite.

Osservando gli andamenti delle Tmean, Tmax e Tmin mensili riportati nella figura a destra (Serie storica delle temperature e delle precipitazioni mensili osservate ad Alta dal 1964 al 2014. Temperatures and precipitation time-series observed at the Alta station from 1964 to the 2014), è possibile rilevare come questi presentino una tipica ciclicità stagionale, molto regolare e senza tendenza all'aumento o alla diminuzione sul lungo periodo.

Analizzando invece le temperature medie annuali e associando ad esse una media mobile di ordine 10, è possibile osservare come queste presentino evidenti tendenze all'aumento, a partire dagli anni 1990 circa e questa tendenza all'aumento interessa maggiormente le Tmin (Figura a destra. Temperature medie annuali (massime, Tmax; medie, Tmean; minime, Tmin) calcolate per la stazione di Alta (quadrati). Per ogni parametro è riportata una media mobile di ordine 10 (linea). Mean annual temperature at Alta (square) and its moving average of ten order (lines).). Le precipitazioni totali annuali (pioggia e neve fusa) variano da un minimo di 268,6 mm (1969) ad un massimo di 656,5 mm (2006), con una media di 414,6 mm/anno. Le precipitazioni stagionali vedono il massimo ricadere in estate (J-J-A, 131,2 mm), seguito dall'autunno (S-O-N, 111,9 mm), dall'inverno (D-J-F, 97,6 mm) e dalla primavera (M-A-M, 70,7 mm).

Temperature e precipitazioni
L'andamendo su base mensile delle temperature e delle precipitazioni osservate ad Alta, per il periodo 1964-2014 è riportato nella figura a destra (Andamendo su base mensile delle temperature e delle precipitazioni osservate ad Alta, per il periodo 1964-2014. Temperatures and precipitation observed at the Alta weather station, during the period 1964-2014. Koppen climate classification: Dfc - Boreal climate with no dry season). Il diagramma ombrotermico mette in evidenza come gli andamenti delle temperature assumano il classico profilo a campana, con i massimi valori nel mese di luglio (Tmax 26,0°C; Tmean 13,7°C; Tmin 6,1°C) ed i minimi nel mese di gennaio (Tmax 5,2°C; Tmean -7,7°C; Tmin -22,3°C). L'escursione termica annua (differenza algebrica fra la Tmean del mese più caldo e la Tmean del mese più freddo) è pari a 21,3°C, valore non elevato per queste latitudini poiché l'escursione in questi luoghi viene mitigata dal basso grado di continentalità. Gli estremi termici assoluti, exTmax ed exTmin, osservati ad Alta per il periodo considerato sono rispettivamente 32,5°C, il 1 luglio 1972 e -32,1, il 28 gennaio 1999. Il mese in cui si osserva la maggior quantità di precipitazioni è luglio (51,5 mm), l'opposto è aprile (21,6 mm). I giorni piovosi medi mensili sono: 9, 7, 7, 6, 5, 7, 9, 8, 9, 10, 9 e 9 rispettivamente per i mesi da gennaio a dicembre. Per un'analisi più approfondita si rimanda al sito ufficiale.

Classificazione del clima
Al fine di poter ottenere una sintetica descrizione dei diversi tipi di clima che vi sono nelle diverse aree geografiche della Terra, la climatologia ha sviluppato una serie di classificazioni qualitative e quantitative che, a seconda delle finalità (geografiche, agronomiche, meteorologiche, ecc.), vengono adottate. Una delle classificazioni dei climi che col tempo ha trovato maggior consenso da parte della comunità scientifica e maggior applicabilità è quella sviluppata da Wladimir Koppen (Koppen, 1936), come prima proposta nel 1918 e come versione definitiva nel 1936. Alcuni importanti climatologi hanno poi apportato alcune modifiche ed integrazioni, ma sostanzialmente l'impostazione iniziale è rimasta la stessa (Belda et al., 2014; Peel et al., 2007; Kottek et al., 2006). A lato uno dei famosi termometri realizzati da Anders Celsius, conservato nel Museum Gustavianum di Uppsala e fotografato il 2 agosto 2015.

Facendo riferimento alla classificazione di W. Koppen è possibile classificare il clima di Alta come un clima di tipo Boreale, senza stagione secca, formula climatica "Dfc". Il clima boreale è caratterizzato da inverni molto freddi e lunghi e da estati brevi ma relativamente calde, grazie alla persistente insolazione dovuta alla lunga durata del dì. Nelle aree vicine al mare, come quella in cui è ubicata la stazione di Alta ed in generale in gran parte del Finnmark, l'inverno è meno freddo rispetto alle zone più interne della Scandinavia che presentano caratteristiche più continentali. A lato il cartellono esplicativo del termometro raffigurato sopra.

I periodi di buio invernale e di luce estiva caratterizzano il clima e le giornate a queste latitudini. in Figura 4 è riportata la durata del dì ad Alta, calcolata per l'anno 2015. in questo grafico è possibile osservare come la lunghezza del dì aumenti gradatamente dalla fine di gennaio, sino a coprire del tutto le 24 ore, dalla metà di maggio alla fine di luglio. Dopo tale periodo la durata del periodo di luce giornaliera diminuisce e la notte gradatamente si allunga sin verso la fine di novembre, quando il sole non sorge più e le giornate sono completamente buie. In questo grafico sono riportati anche i 4 punti corrispondenti ai due equinozi (quadrati rossi) ed ai due solstizi (quadrati blu). Per l'esattezza gli Equinozi ed i solstizi ad Alta per l'anno 2015 sono qui di seguito riportati:
- Equinozio di primvera: 20 marzo, ore 11:45 PM CET
- Solstizio d'estate: 21 giugno, ore 05:38 PM CET
- Equinozio d'autunno: 23 settembre, ore 09:20 AM CET
- Solstizio d'inverno: 22 dicembre, ore 05:48 AM CET

Informazioni pratiche (non solo climatiche) per i camperisti e i viaggiatori in generale
Dopo aver descritto, seppur sinteticamente, alcune delle principali caratteristiche del clima presente nel Finnmark, si forniscono alcune indicazioni, per così dire di carattere pratico, utili a chi intende intraprendere un viaggio in questi luoghi.
Il mese di luglio è il mese più caldo dell'anno, con la temperatura sempre sopra lo zero termico. Non bisogna lasciarsi intimorire dal fatto che questo mese è anche il più piovoso: mediamente, le precipitazioni che cadono in luglio si aggirano intorno ai 50 mm e considerato che i giorni piovosi medi sono 9, non c'è da aspettarsi grossi quantitativi di pioggia durante la giornata. La variabilità climatica estiva a queste latitudini è marcata e, dopo un leggero piovasco è possibile rivedere il sole, per poi nuovamente imbattersi in una pioviggine autunnale. In questi luoghi, lasciate le strade principali, la natura prende il sopravvento e le escursioni ed i trekking immersi nella taiga e nella tundra artica sono veramente molte, così come molti sono i fiumi in cui è possibile esercitare la pesca al salmone. Gli operatori turistici per questo tipo di vacanze offrono una miriade di soluzioni.

Non bisogna dimenticare che ci troviamo comunque al di sopra del circolo polare artico, è quindi possibile imbattersi in giornate più fredde o più piovose della media. Il vento in certe giornate può essere freddo e di forte intensità, accentuando il disagio percepito dovuto alle basse temperature. In buona sostanza è sempre importante avere al seguito un equipaggiamento che solitamente dalle nostre parti è proprio della regione alpina.
Se volete godervi Capo Nord ed il sole di mezzanotte, scegliete il periodo a partire dalla seconda quindicina di maggio fino alla fine di luglio, tenendo presente che nella seconda metà di luglio si raggiunge il picco delle frequentazioni turistiche.

Il periodo migliore? Beh va a gusti! per chi non ama molto la folla e vorrebbe arrivare a Capo Nord per lanciare il pensiero nell'oceano e veleggiare con meditazioni e riflessioni di largo respiro, forse il periodo migliore non è luglio... per chi ama le vacanze fra la gente per condividerne i momenti più belli in una sorta di multietnicità positiva, sicuramente luglio è l'ideale. Adesso che ci sono stato, personalmente preferisco la prima soluzione, forse perché un posto così merita un'attenzione particolare, ma questo è solo il mio parere. Capo Nord in inverno? Ho saputo vedendo DVD e sentendo e raccogliendo alcune testimonianze dirette che proprio in inverno la strada per Nordkapp è aperta ma solamente ai bus di linea che trasportano i visitatori apposta al fine di fargli godere questo bellissimo posto in inverno. Rettifico quest'ultima informazione, raccogliendo il consiglio ricevuto sul forum di Camperonline e cioè che la strada è aperta non solamente ai bus di linea ma a tutti ed è possibile percorrerla in convoglio ad orari prestabiliti (grazie annapasqua!). L'inverno a queste latitudini vuol dire aurora boreale: io l'ho vista tanti anni fa (1982) ed è uno spettacolo unico!

Per chi vuole intraprendere questo viaggio ed è alle prime esperienze in fatto di lunghe percorrenze, pianificazioni e logistica, assicuro che un viaggio a Capo Nord ormai non è più un'avventura nel vero senso della parola, come la si potrebbe immaginare; rimane una bella opportunità per viaggiare, macinare chilometri, allontanarsi dal tran tran quotidiano, vedere luoghi lontani in tutta sicurezza. I campeggi e le aree di sosta sono molto frequenti se si percorrono le strade europee o internazionali (E6, E69, N93, E8) e non c'è proprio nessun problema nel caso in cui ci si ritrovi stanchi a cercare un posto dove fermarsi. Per quanto riguarda le stazioni di servizio, queste sono abbastanza frequenti e mi riferisco alle zone a nord di Alta e sulle strade Finlandesi, è comunque meglio non scendere mai sotto la metà serbatoio perchè a volte vi sono tratti di circa 150-200 km senza la possibilità di fare rifornimento. A queste latitudini è abbastanza frequente incontrare delle renne lungo la strada, il mio parere è che gli ospiti, o gli intrusi, siamo noi e non loro...




Uno scorcio della bellissima costa a falesia su cui è localizzato Nordkapp, fotografata la mattina del 29 luglio 2015. In primo piano è possibile osservare il lato ad ovest rispetto all'edificio e al punto identificati come Capo Nord. la costa di ardesia si immerge a picco nel Mare di Barents, il suo profilo risulta frastagliato, su di essa poca vegetazione erbacea, muschi, licheni e qualche renna al pascolo.




Ottobre 2015